Araknia guida i giovani nell’innovazione. Ecco la Rivoluzione dell’Istruzione!

Araknia guida i giovani nell’innovazione. Ecco la Rivoluzione dell’Istruzione!

Giovedì 26 Maggio 2016, in occasione del Re Start Innovation, tenutosi a Cassino presso il Forum della Ricerca, Tiziano Spigola di Araknia in qualità di mentore, ha presentato i ragazzi dell’Istituto Tecnico Industriale “Ettore Majorana” ed i loro progetti innovativi, pronti a diventare vere e proprie Start up.

Il giusto finale per la Settimana della Tecnologia, l’evento tenutosi presso l’ITIS di Cassino, oramai da qualche mese. I ragazzi del suddetto istituto, che hanno saputo argomentare e giustificare i loro progetti innovativi, con tanto di business plan alla mano, mostrando anche l’effettiva economicità della propria idea di business, hanno avuto la possibilità di presentare il frutto del loro lavoro ad un pubblico di imprenditori e rappresentanti di enti abbastanza eterogeneo, in occasione del Re Start Innovation, tenutosi nei giorni 25, 26, 27 Maggio presso il Forum della Ricerca di Cassino.

Alcuni di questi progetti, oltre ad essere stati premiati dal sindaco di Cassino presso la sala consiliare del Comune, qualche giorno prima, hanno ricevuto visita ed hanno intrapreso dei rapporti con grandi realtà imprenditoriali operanti nel nostro territorio.

Un esempio è Sanitorn, la sedia per disabili che grazie al proprio sistema meccanico fornisce un elevata libertà di movimento ed un altrettanto elevato confort al proprio utente, consentendogli persino di andare comodamente in spiaggia. Questa idea, prima qualificata durante la settimana della tecnologia, ha ricevuto una forte attenzione da parte di una grossa realtà operante nel settore medico-scientifico presente nel nostro territorio.

Tra gli altri progetti presentati dai ragazzi, altrettanto validi, che allo stesso modo hanno suscitato interesse ci sono:
“My Pellet” la pellettatrice domestica, ovvero un macchinario che consente di ottenere il pellet utilizzando rami, sfalci ed altri scarti di potatura. Una soluzione ecologica ed altrettanto economica per riscaldare la nostra casa.

Il “Bio-Digestore di rifiuti organici“, un grande alleato per il risparmio domestico e per l’ambiente. Un modo alternativo e proficuo di smaltire l’umido ed ottenerne gas naturale, utile per trasformalo in calore o energia elettrica ed anche fertilizzante liquido per poterci permettere il lusso di un giardino sempre rigoglioso.

Queste sono le 3 idee dei ragazzi dell’ITIS Ettore Majorana che anche grazie ad Araknia sono state presentate al Comune di Cassino prima ed al Re Start Innovation poi e che hanno ricevuto un elevato consenso.

Condividi questo post

Lascia un commento